Perché un Osservatorio

Il Turismo en plein air, più comunemente detto anche semplicemente “plein air”, è una tipologia di turismo che conta numeri importanti, quasi 6 milioni i viaggiatori all’anno in Italia, tuttavia non sempre gli viene attribuita un’adeguata importanza. Tale forma di turismo è infatti spesso considerata come una modalità “povera” del fare vacanza o un turismo di carattere residuale.

Scarsa attenzione è stata attribuita fino ad oggi al turismo in camper e in campeggio, anche dal punto di vista scientifico. Pochi sono infatti gli studi e le analisi sull’argomento e solamente negli ultimi anni si è iniziato ad adottare un approccio più analitico, grazie all’iniziativa dell’Associazione Produttori Camper che ha coinvolto un importante Centro Studi come il CISET (Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica) dell’Università di Venezia.

Da parte loro anche i vari territori non hanno sempre compreso le effettive potenzialità del turismo plein air, a volte reprimendolo addirittura con vincoli e restrizioni, o spesso lasciandolo sviluppare in modo spontaneo, transitorio e non organico.

L’obiettivo che ci poniamo con la realizzazione dell’Osservatorio del Plein Air è quindi quello di “dar voce” e di attribuire la corretta rilevanza ad un fenomeno spesso bistrattato, nonchè quello di offrire uno spazio adeguato di analisi, riflessione e confronto sul fenomeno attraverso la raccolta in un unico portale di tutte le informazioni, i dati e le notizie che periodicamente vengono pubblicate sul settore del plein air. Ricerche, normative, bandi e finanziamenti, ma anche eventi e casi di best practice: un collettore di notizie che possa essere utile agli operatori del settore turistico, sia pubblici che privati, per organizzare un adeguato servizio di accoglienza dei turisti plein air e nel contempo valorizzare e promuovere i propri territori.